Proptech: cos’è e come sta cambiando il mercato immobiliare

Ormai sappiamo che, presto o tardi, le mode dei paesi anglosassoni arrivano anche in Italia. Ora è il turno del mercato immobiliare che, fra tutti, è quello che necessita di un cambiamento drastico. In passato, ci sono state problematiche che hanno sporcato l’immagine di questo settore, ed è qui che la proptech arriva e pone la soluzione, ottimizzando e regolarizzando tutta l’attività di compravendita delle case attraverso la tecnologia.

Che cos’è una proptech

Partiamo innanzitutto dal significato della parola. Proptech è un acronimo che unisce le parole inglesi propertye technology, implicando quindi un cambiamento tecnologico nel mercato immobiliare. Più in particolare, Proptech è il termine che utilizziamo per identificare tutte quelle startup che offrono prodotti innovativi tecnologici o nuovi modelli di business e nascono con l’intenzione di migliorare il settore immobiliare.

Negli ultimi anni

Quando parliamo di proptech, in generale, non ci riferiamo a un concetto completamente nuovo. La prima grande innovazione tecnologica nel mondo immobiliare è avvenuta con l’arrivo di portali online come casa.it, immobiliare.it o idealista.it, che solo nel 2012 avevano una media di 4 milioni di visite mensili, arrivando a circa 14 milioni nel 2017. Nonostante ciò, non ci sono stati grandi cambiamenti nel modello di negozio in questo settore. Le agenzie tradizionali hanno continuato ad adottare le loro pratiche, cambiando solamente la maniera di pubblicare gli annunci e mantenendo invariato il prezzo finale di vendita di una casa.

Le agenzie tradizionali

L’agente immobiliare si è sempre sentito comodo nel suo settore. Infatti, tutte le agenzie sopravvivono perché normalmente fanno pagare delle provvigioni che si aggirano attorno al 3%, sia per al venditore sia al compratore, per una media totale di circa 15.000 € per ogni vendita. Questo guadagno non solo permette loro di coprire le spese interne, ma anche di arricchirsi nonostante volumi di vendita molto bassi. 

L’arrivo della tecnologia e delle proptech

I tempi cambiano, e la tecnologia è uno dei fattori che provoca questo cambiamento in maniera radicale, portando soluzioni sempre più semplici, veloci ed economiche, ottimizzando le operazioni e rendendole il più trasparenti possibile. Così è come lavora una proptech, offrendo un servizio efficace, producendo risultati migliori e, soprattutto, ad un prezzo molto più basso rispetto al normale. Se da un lato vediamo una concorrenza sleale, dall’altro arriva una tecnologia che rompe gli standard tradizionali.

Alcuni esempi

Nel Regno Unito, l’agenzia immobiliare più importante è digitale. Ma ce ne sono molte altre. Per questo siamo convinti che il mercato italiano possa seguire gli stessi passi dei paesi anglosassoni, se non vuole rimanere indietro, non solo nella compravendita, ma su tutti i punti di vista del mercato immobiliare.

  • Realtà virtuale

Permetterà a venditori ed acquirenti di risparmiare migliaia di euro. Attraverso la realtà virtuale, gli immobili si potranno visitare con un visore che mostrerà il percorso all’interno di una casa senza la necessita di essere presenti fisicamente.

  • Big data

Chi non utilizza la tecnologia no potrà competere nel mercato che si sta avvicinando sempre di più. È indispensabile saper gestire immense quantità di dati per essere in grado di anticipare le tendenze.

  • Domotica

È un dato di fatto che le case, in un imminente futuro, funzioneranno attraverso l’Internet of Things, l’Intelligenza Artificiale o l’automatizzazione. Gli immobili che non saranno in grado di adattarsi a queste nuove tecnologie vedranno il loro valore abbassarsi in maniera precipitevole.

Il cambio nel nostro settore è già iniziato e non si può fermare. Ci sono solo due opzioni: cogliere l’attimo e adattarsi, o prepararsi a tempi difficili.

vendere casa online

7 consigli per comprare una casa usata migliore per te

La scelta di acquistare una casa di seconda mano può essere motivata da diverse ragioni: ci permette di risparmiare, è più veloce e per certi versi più pratico, considerando che spesso e volentieri la casa è completamente arredata.

È vero, “comprare casa usata” non suona così bene, ma è in realtà il metodo di compravendita di un immobile più diffuso in Italia e non solo, perché può portare a risultati davvero positivi in tempo breve. È certo però, che ci sono diversi accorgimenti da fare per evitare brutte sorprese dopo aver già realizzato l’acquisto.

Comprare casa usata: gli interni

Ricorda: col passare degli anni arrivano i danni! Infatti, il maggior rischio nell’acquisto di un’abitazione usata è trovare una casa dove non sono state fatte ristrutturazioni recenti e che, all’interno, ci siano diverse zone rovinate.

I pavimenti

Il pavimento è una delle parti della casa che più si usura col tempo. Guarda bene che le piastrelle non siano rotte e che i battiscopa siano in buone condizioni. Spesso capita che in appartamenti di città ci sia ancora la moquette, se decidi di cambiarla informati su quale tipo di pavimento c’è sotto e su quanto può valere l’operazione.

Comprare casa usata

Le pareti

Presta molta attenzione a tutte le pareti e al soffitto della casa: controlla che non ci siano crepe nei muri, infiltrazioni, muffe o umidità. Chiedi quando è stata fatta l’ultima imbiancatura e, se decidi di ritinteggiare, tieni in considerazione che i colori forti sono più difficili da coprire e, di conseguenza, il lavoro sarà leggermente più caro.

Inoltre, fai attenzione all’impianto elettrico, a quante prese ci sono in ogni stanza, di che tipo sono e dove sono situate.

Porte e finestre

Verifica che tutte le porte e le finestre si chiudano ed aprano perfettamente e che non ci siano maniglie rotte, ma soprattutto che isolino bene dalle temperature e rumori esterni. Inoltre, è un punto positivo se fanno entrare molta luce nell’abitazione e creano un ambiente ventilato.

Il bagno e la cucina

Se senti cattivi odoro può essere che le tubature dei bagni o della cucina siano rovinati o in cattivo stato. E ancora, controlla che i rubinetti si chiudano del tutto e che non ci siano perdite.

Efficienza energetica

Per quanto riguarda i consumi, devi sapere da quali materiali sono formate le fonti energetiche dell’immobile. I materiali più recenti permetto un risparmio di energia importante e abbassano il peso delle fatture, mentre quelli vecchi le rincarano. Anche su questo aspetto torna importante l’isolamento delle porte e finestre, che può permettere di risparmiare molto sulle spese energetiche.

Comprare casa usata: l’edificio e il quartiere

Edificio e spese condominiali

Se si tratta di un condominio, osserva bene anche le zone comuni dell’edificio verificando che non ci siano muffe, crepe o umidità. Chiedi se sono stati fatti recentemente dei controlli alla struttura e se sono previste delle spese condominiali extra, per eventuali lavori all’interno del palazzo.

Conosci il quartiere della casa usata

Se stai comprando una casa usata, risulterà vantaggioso conoscere la zona dell’abitazione, anche a livello urbanistico. Mettiti in contatto con il Comune locale per sapere se sono in programmi dei lavori di costruzione vicino alla casa.

Questi sono i nostri 7 consigli per comprare una casa usata, cercando di ridurre al minimo le brutte sorprese e rendere la compravendita il più trasparente possibile.

Qual è la differenza tra Housefy e le altre agenzie immobiliari?

Housefy non è un’agenzia immobiliare qualunque, ma nemmeno un semplice portale online: si tratta di un’alternativa tecnologica per la compravendita di immobili tra privati, senza commissioni e senza intermediari. In sostanza, l’impresa si occupa di digitalizzare il processo di compravendita di una casa, facendo affidamento su uno staff di esperti capace di fornire consulenza ai clienti e accompagnarli durante il percorso di vendita della loro casa.

Risparmia con Housefy
Risparmia con Housefy

Non paghi le provvigioni

Digitalizzando tutto il processo di compravendita di una casa, possiamo ridurre significativamente le spese, risparmiando su tassazione, visite con gli acquirenti ed incontri presenziali tra agenzia e venditore. In Italia, le commissioni di un’agenzia tradizionale si aggirano tra il 2% e il 4%, fino ad arrivare ad un 5% + IVA in grandi città come Roma o Milano. Housefy, richiede solo un prezzo a partire da 900€, per coprire le spese del servizio offerto, che risultano in ogni caso minori rispetto a quelle di un’agenzia tradizionale. Calcola sul nostro sito quanto puoi risparmiare! Qui sotto trovi un esempio.

Con Housefy paghi solo se vendi

A questo punto potresti pensare che con un prezzo così basso il pagamento è anticipato, ma no! Paghi solo se la vendita viene portata a termine. Siamo certi di poter vendere la tua casa, ma ti chiederemo di pagare il nostro solo alla fine.

Housefy

Esperti immobiliari qualificati

Housefy si affida ad un team multidisciplinare che ti seguirà in ogni momento in cui avrai bisogno, per aiutarti a vendere il tuo immobile nella maniera più rapida possibile e, naturalmente, al miglior prezzo, senza farti mancare neanche un servizio. Infatti, non solo possiamo definire il valore della tua casa, analizzando le tendenze del mercato e i risultati dei Big Data, ma ci occupiamo anche di:

  • Definire una strategia di marketing per velocizzare la vendita,
  • realizzare foto professionali per valorizzare al meglio ogni punto della tua casa,
  • pubblicare annunci nei migliori portali immobiliari,
  • prenotare ed organizzare le visite con gli acquirenti da noi verificati,
  • gestire i contratti,
  • e molto altro ancora!

Se vuoi saperne di più, leggi la nostra guida “Housefy: guida passo a passo per vendere il tuo immobile con noi o visita il nostro sito per contattarci!

Housefy: guida passo a passo per vendere la tua casa con noi

Siamo arrivati con l’obiettivo di reinventare il settore immobiliare, ma non per questo vogliamo mantenere la nostra formula al segreto! Desideriamo farvi sentir parte di Housefy e, per farci conoscere meglio, in questo post vi spieghiamo come la nostra agenzia digitale vi potrà accompagnare durante tutto il percorso di compravendita del vostro immobile.

Contatto iniziale con Housefy e valutazione

Il primo passo in assoluto è il contatto con Housefy, in cui ci presentiamo e spieghiamo chiaramente come procedere negli step successivi. Dopodiché procediamo con la valutazione dell’immobile, punto essenziale per poter procedere iniziare la vendita. Durante la valutazione ci accertiamo che l’operazione sia praticabile, cioè che si compiano tutti i requisiti legali. Se è tutto in regola, ci accordiamo sul prezzo di vendita.

Foto e pubblicazione dell’annuncio

Il seguente passo è la visita di un fotografo professionista che si incarica di valorizzare al meglio ogni profilo della tua casa. Una volta che abbiamo le foto, è tutto pronto per “dare alla luce” l’annuncio della tua casa, che pubblicheremo per te sui migliori portali immobiliari (Casa.it, Immobiliare.it, Idealista.it, ecc.) per far sì che l’inserzione sia visibile nel radar di milioni di acquirenti.

Housefy step by step

Scoring degli acquirenti e visite

Quando questi si mettono in contatto con noi, realizziamo ciò che viene definito “scoring degli acquirenti”. Più semplicemente, applichiamo un filtro e verifichiamo tutti quei compratori che sono realmente interessati, prima che si possano mettere in contatto con il proprietario. In questo modo, evitiamo perdite di tempo.

È qui che viene la parte che preferiamo. La nostra filosodia dice che “nessuno conosce la tua casa meglio di te”, perciò una volta verificati gli acquirenti, sei tu che mostri loro la tua casa. Ma non devi preoccuparti per accordare un appuntamento, per quello ci pensa Housefy e puoi gestire il tutto sul nostro portale personalizzato.

Venduto da Housefy!

A questo punto rimane solo una cosa: trovare l’acquirente perfetto. Una volta trovato, ti accompagniamo alla firma del contratto di compravendita per assicurarci che tutto il processo finisca in maniera corretta. Inoltre, non solo aiutiamo te, ma in questa fase seguiamo anche il compratore, cercando il miglior metodo di finanziamento disponibile.

Ma la parte più intrigante deve ancora arrivare, ed è la velocità del nostro servizio!

Quanto tempo impieghiamo per realizzare tutti questi step? I risultati che finora abbiamo ottenuto dimostrano che in media potrai ricevere la tua prima offerta nel giro di 20 giorni, e che in 90 la tua casa sarà venduta.

Ora che conosci perfettamente il nostro metodo e hai visto quanto semplice è, solo ti manca affidarti alle nostre mani, ed iniziare a pensare a come utilizzerai i soldi che ti facciamo risparmiare! Benvenuto!

vendere casa online