Differenza tra certificati energetici: APE, ACE e AQE

Quando si tratta di certificazioni energetiche, tra fra le tante leggi, definizioni ed acronimi, è facile sentirsi confusi e non sapere se si è già in possesso del documento giusto o meno. Sappiamo come ci si sente e per non lasciarti disperso nella complessa burocrazia delle proprietà immobiliari, abbiamo scritto per te questo blog. Durante la vendita di una casa è obbligatorio fornire la certificazione energetica dell’immobile. Qui di seguito ti spiegheremo qual è la differenza tra APE, ACE e AQE.

APE – Attestato di Prestazione Energetica

Iniziamo con la più recente: l’APE. L’acronimo significa Attestato di Prestazione Energetica ed è il documento con cui viene attualmente attestata la prestazione energetica di un edificio. È entrato in vigore dopo la legge 90/2013, che definisce le seguenti casistiche in cui è obbligatorio essere in possesso dell’APE:

  • Per la compravendita di un immobile,
  • In seguito a una donazione,
  • L’affitto dell’immobile,
  • La pubblicazione un annuncio,
  • Per una nuova costruzione,
  • O in seguito a una ristrutturazione che affetta più del 25% della superficie.
https://www.certificazioneenergeticasubito.it/normativa.php

ACE e scadenze

L’Attestato di Certificazione Energetica (ACE) è, in parole povere, la versione meno aggiornata dell’attestato di prestazione energetica (APE). Entrambi gli attestati mostrano le stesse modalità di calcolo dell’efficienza energetica, ma l’APE è più specifico indicando anche:

  • la differenza tra climatizzazione invernale ed estiva,
  • il riscaldamento dell’acqua per servizi igienico sanitari,
  • la ventilazione,
  • l’illuminazione e la presenza di particolari impianti per il settore terziario.

Tutte queste informazioni non erano considerate rilevanti nella redazione dell’ACE.

Le certificazioni ACE, quindi quelle fatte prima di giugno 2013, sono considerate ancora valide, sempre che non siano trascorsi più di 10 anni dalla data di rilascio. Non viene considerato valido nel caso in cui siano stati effettuati lavori di ristrutturazione per migliorare la prestazione energetica dell’immobile.

AQE: differenza con ACE e APE

Invece, quando si parla di AQE si fa riferimento all’Attestato di Qualificazione Energetica, ed è uno strumento di controllo emesso durante i lavori di costruzione o ristrutturazione. Ma la differenza principale è la persona che emette il documento. L’AQE viene redatto dal progettista dell’edificio o dal direttore dei lavori durante la costruzione. Mentre l’APE viene redatto da un soggetto estraneo alla proprietà, chiamato Esperto Abilitato Indipendente, o certificatore energetico. In poche parole, l’AQE è un documento necessario solamente dichiarazione di fine dei lavori che sostituisce temporaneamente l’APE e non indica la classe energetica di riferimento, ma solo una proposta. Infine, l’AQE va consegnato va in Comune, mentre l’APE alla Regione.

Queste sono le differenze principali tra APE (attestato di prestazione energetica, ACE (certificazione energetica) e AQE (qualificazione energetica). Se vuoi saperne di più sul tema delle certificazioni, e in particolare sull’APE, segui il nostro blog o visita il post “che cos’è l’attestato di prestazione energetica”.

Vendere casa online