Il governo canadese pagherà il 10% del mutuo per comprare la casa

Il Canada ha emanato un provvedimento per aiutare i cittadini e supportare il mercato immobiliare. Ecco cosa prevede.

Aiutare le famiglie canadesi e supportare il mercato immobiliare, sono queste le ragioni che hanno spinto il governo ha emanare una legge che prevede il rimborso del mutuo pari al 10% per l’acquisto di una casa nuova ai cittadini.

Si tratta del First-time home buyer incentive (Fthbi) con cui il Canada ha deciso, da un lato di dare un considerevole aiuto alle giovani coppie canadesi, dall’altro di aiutare il settore immobiliare con una aumento delle compravendite globali, in particolare favorendo le nuovi costruzioni. Il decreto è entrato in vigore il 1º settembre, e i cittadini che vorranno richiedere l’aiuto avranno tempo fino al 1º novembre.

Il paese della foglia d’acero ha già una buona fama mondiale di stato sociale, e con questo provvedimento promette di conquistare i cuori delle giovani coppie del Canada che desiderano comprare casa, vediamo nel dettaglio in cosa consiste l’aiuto.

In cosa consiste il First-time home buyer incentive ?

Il First-time home buyer incentive prevede un aiuto sul mutuo per l’acquisto della casa nella misura del 5% per case di seconda mano e del 10% per le nuove costruzioni. Ma attenzione! Non sono soldi regalati, infatti è prevista la debito del mutuo dopo 25 anni, oppure nel caso il proprietario decida di vendere.

Esistono delle condizioni per accedere al credito dello stato legate al reddito familiare che non può superare i 120.000 dollari canadesi, inoltre la somma non può superare quattro volte il totale del reddito annuo.

Inoltre, per evitare speculazioni, lo stato si prenderà una fetta della plusvalenza generata in caso di rivendita dell’immobile insieme alla somma prestata. Se invece, la vendita genera una perdita, sarà lo stato a farsi a carico della differenza.

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami