Canone televisivo: tutto quello che devi sapere

canone televisione

Quando stiliamo la lista delle spese di casa, dobbiamo considerare il pagamento del canone televisivo della Rai. Oggi nel dettaglio spieghiamo di cosa si tratta e le modalità di pagamento di questa imposta tutta italiana.

Cos’è il canone Rai?

Il canone televisivo, conosciuto anche come canone Rai, è il pagamento dell’imposta relativo alla fruizione di radioaudizione nel territorio italiano. Si tratta di una tassa volta a finanziare la radiotelevisione pubblica. In pratica è una tassa che paga chiunque possegga una televisione, sia in ambito privato che pubblico.

In tal senso, si definisce televisione un apparato in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente o tramite decoder.

Secondo la normativa, tutte le persone che in casa hanno un apparecchio televisivo sono tenute al pagamento del canone, anche se la televisione non è di proprietà. In questo senso, devi sapere che il canone si paga una volta per unità abitativa, indipendentemente dal numero di televisioni presenti nella casa.

Quanto costa il canone tv e come si paga?

L’importo del canone televisivo è di 90 euro all’anno, cifra fissata anche per il 2019. Dal luglio 2016 il pagamento del canone tv avviene attraverso la bolletta elettrica, e si paga su base bimensile.

Ogni due mesi, troverai una voce nella bolletta relativa a: Canone per abbonamento alla televisione per uso privato di 9 euro, per dieci mesi. Sarà l’impresa fornitrice dell’elettricità a versare tale importo nelle casse dello stato.

Chi non paga il canone della televisione?

Lo Stato prevede delle esenzioni sul pagamento del canone televisivo. Sono esenti:

  • Rivenditori e riparatori per apparecchi tv presenti nelle proprie attività
  • Chi possiede solo un apparato radio, table, pc, o smartphone.
  • Le persone maggiori di 75 d’età con redditto inferiore a 8000 euro.
  • Militari e Forze dell’Ordine per apparati presenti in caserme e strutture militari.
  • Diplomatici in Ambasciate e Consolati

Come non pagare il canone se non hai una televisione

Se non possiedi un apparato televisivo puoi dare la disdetta al pagamento del canone. Per farlo è necessario compilare un’autocertificazione e presentarla entro il 31 gennaio mediante:

  • Credenziali Fisconline sul sito dell’Agenzia delle Entrate.
  • Intermediario abilitato ( commercialista, fiscalista, etc..) che utilizza il canale Entratel.
  • Servizio Postale con plico raccomandato senza busta da inviare all’Agenzia delle Entrate. Importate conservare la ricevuta per 10 anni.

Tuttavia devi sapere che una falsa dichiarazione è punibile per legge e soggetta a penali e sanzioni.

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami