Com’è il lavoro dell’agente immobiliare?

lavoro agente immobiliare

Oggi parliamo di una delle professioni che ci riguarda da vicino, quello dell’agente immobiliare. Si tratta di una figura chiave nel mercato immobiliare perché è la persona che si occupa di cercare e vendere proprietà, linfa vitale di ogni impresa del settore.

Per diventare agente immobiliare è necessario un percorso di formazione al termine del quale si riceve un patentino per iniziare a lavorare sul campo. Questo perché è necessario conoscere alcune nozioni legali fondamentali per verificare che i documenti di una proprietà abbiano le carte in regola per concludere gli affari.

La professione dell’agente immobiliare è molto dura e impegnativa, si lavoro molte ore durante la giornata, ma può anche dare grandi soddisfazioni professionali ed economiche.

La giornata tipo di un agente immobiliare

Quando inizia la giornata l’agente immobiliare va in ufficio per leggere le mail e le richieste pervenute sulle abitazioni. Risponde alle domande, organizza le visite e svolge attività amministrative.

Gran parte della giornata dell’agente immobiliare si svolge in strada. L’acquisizione di nuove proprietà è il motore di tutta l’attività di mediazione. L’agente cammina per le città, chiacchera con le persone, scopre se ci sono nuove opportunità. Possiamo dire che gran parte della giornata dell’agente immobiliare si svolge come procacciatore di affari.

La mediazione tra acquirente e venditore

L’altra parte della giornata è invece impiegata ad assistere le visite alle case in vendita. La mediazione è l’attività più delicata ed importante dell’agente immobiliare. Da qui si stabilisce il successo o meno del professionista.

Ogni agente ha le sue strategie di vendita e mediazione, ma il denominatore comune è quello di trovare un accordo tra le parti ed arrivare al compromesso preliminare di vendita. L’idea è di accontentare entrambi e chiudere l’affare in tempi brevi.

Quanto guadagna un agente immobiliare?

Se il servizio è fatto bene, il duro loro paga. Le alte commissioni delle agenzie immobiliari servono a pagare tutti i movimenti dell’agente e il lavoro di mediazione. Parte di quel 3 o 4% che paga l’acquirente e il venditore va al professionista della mediazione.

I guadagni di un agente immobiliare possono arrivare anche a 3000 euro netti al mese, se si sa come muoversi. Certi mesi si porta a casa meno soldi e altri di più. Come in tutte le professioni commerciali ci vuole bravura e anche un po di fortuna.

Perché le commissioni delle agenzie sono tanto care?

Quando si chiude una compravendita immobiliare l’agenzia chiede circa un 3 o un 4% del valore dell’immobile. Cifra che può esser pagata sia dal venditore che dal compratore, oppure solo a carico del compratore.

Gli onorari delle agenzie immobiliari tradizionali sono alte perché devono coprire una serie di spese legate alla gestione degli uffici fisici e a tutti gli spostamenti degli agenti sul territorio.

Il modello digitale che sta trionfando sul mercato

Il nuovo modello di agenzia immobiliare digitale come è Housefy taglia tutti i costi di gestione fisici. In Housefy gestiamo tutto attraverso la rete da un unico ufficio. Garantiamo l’assistenza ai nostri clienti su ogni mezzo e dispositivo. Il proprietario gestisce tutto attraverso una app e riceve le visite degli acquirenti selezionati da noi.

Questa maniera di lavorare ci ha permesso di eliminare le commissioni, e offrire tutti i servizi immobiliare ad una quota fissa decisamente più bassa rispetto alla commissione in percentuale che chiedono le agenzie tradizionali.

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami