Meglio affittare una casa arredata o non arredata?

Quando si decide di affittare un’abitazione, uno dei primi dubbi che ci sorgono è se cercare uno spazio arredato o meno. Forse alcuni non si porranno nemmeno la domanda ma per altri la scelta è tutt’altro che semplice.  È una decisione talmente personale che ci sembra forse il peggior rompicapo del settore.  La verità, però, è che a prescindere dal fattore personale, per ogni circostanza c’è una soluzione migliore delle altre.

Nessuna opzione è di per sé migliore di un’altra, quella giusta dipende da una serie di fattori,  quali la durata del contratto di locazione, quanta richiesta c’è per l’abitazione, i mobili presenti e il denaro di cui si dispone per le spese extra.

Non so se saremo in grado di determinare l’opzione migliore per ciascuno dei vostri casi.  Sicuramente vi daremo degli strumenti che vi aiuteranno a scegliere l’alternativa che fa più al caso vostro.

Contratto d’affitto per un’abitazione arredata

affittare casa con mobili

Con il termine abitazione arredata parliamo di uno stabile provvisto di cucina e bagno completi e con i mobili necessari per iniziare a vivere, come letto, divano, sedie, etc…  Si tratta di una buona opzione per studenti e lavoratori che pensano di vivere nella casa solo temporaneamente.  È la soluzione ideale anche per quelli che voglio affittare solo a breve termine e quelli che condividono lo spazio con coinquilini.  Un’abitazione già arredata è ottima anche nel caso in cui si voglia comprare o affittare un altro immobile altrove.

Vantaggi di un’abitazione già arredata

Fra i vantaggi che presenta affittare un’abitazione già arredata, ricordiamo i seguenti:

  • Possibilità di entrare subito .  L’immobile dispone già del necessario per la vita quotidiana perciò è possibile cominciare a viverci immediatamente.
  • Risparmio sui mobili. Se l’abitazione è già arredata, risparmi sul costo dei mobili che avresti dovuto comprare;  ricordiamo che per arredare un appartamento si può spendere tranquillamente fra i 2000 e i 3000 euro. Non è un fattore quindi da ignorare.
  • Affitti più cari. Quando l’immobile è arredato, il locatore ne può aumentare il prezzo.  Un’abitazione già predisposta per soddisfare i bisogni quotidiani dell’inquilino gli facilita la vita e questo ha un prezzo.  Ma dobbiamo pure tenere a mente che il fattore del prezzo varia a seconda di dove è situato l’immobile. Se l’abitazione si trova in una zona molto cara e con offerta scarsa, affittare un appartamento arredato per il locatore è più redditizio perché il costo dell’arredamento è inferiore all’aumento di prezzo dovuto alla zona. Diversamente, se l’abitazione si trova in una zona con molta offerta, i prezzi delle abitazioni arredate e di quelle non arredate sono molto simili,  per cui affittare uno spazio arredato può risultare meno redditizio.
  • Affittare a breve e lungo termine. Con un appartamento arredato, le opzioni d’affitto sono diverse. Si può affittare a breve termine, ad esempio ai turisti durante l’estate, ma anche a lungo termine a studenti e lavoratori che vengono a vivere in città per diversi mesi.
  • Preferenze d’affitto. Per alcune persone un’abitazione arredata è più appetibile di una non arredata. Questo tipo di inquilini ricerca flessibilità e non vuole doversi occupare di cercare i mobili per arredare casa.

Svantaggi di un’abitazione arredata

Anche le abitazioni arredate, però, hanno qualche inconveniente. Per trarre il maggior profitto possibile dall’affitto di un immobile arredato, infatti, bisogna adempiere ad alcuni doveri. Questi sono alcuni degli inconvenienti di un appartamento arredato:

  • Posto che la casa è dotata di mobili e altri oggetti d’uso, è possibile che col tempo questi si rovinino o si rompano. Il locatore dovrà farsi carico di questi problemi e rinnovare la dotazione. Ciò che per l’inquilino è un vantaggio, è un inconveniente per il locatore.
  • Quando affittiamo dobbiamo ricordare di arredare la casa. Dovremo inoltre ricordarci di non trascurare l’aspetto dell’abitazione e quindi cambiarne ciclicamente il mobilio.
  • Questo tipo di abitazione è fortemente richiesta dagli affittuari a breve termine che non vogliono restare troppo a lungo nello stesso posto. Da qui sorge la necessità di premurarsi di cercare il prossimo inquilino, in modo da non lasciare l’abitazione vuota. Questo senza prendere in considerazione i costi delle agenzie immobiliari che si occupano di aprire e chiudere i contratti di locazione.

Contratto d’affitto per un’abitazione non arredata

Gli immobili non arredati sono generalmente ricercati da inquilini che vogliono sistemarsi per un periodo più prolungato. A questo tipo di affittuari, inoltre, piace l’idea di decorare lo spazio secondo i propri gusti, in modo da sentirsi veramente a casa propria.

abitazione non arredata

Fra i vantaggi di un’abitazione vuota troviamo i seguenti:

  • Affitti a lungo termine.Queste abitazioni sono una soluzione per coloro i quali desiderano affittare un immobile in cui vivere per un periodo prolungato. Questo tipo di inquilini tende a comprare mobili nuovi o a portare i propri, per cui un ulteriore trasferimento nel giro di breve è improbabile.
  • Meno pensieri. Quando il proprietario di un’abitazione, la affitta senza mobili si libera dal pensiero di eventuali danni e lavori di riparazione. Questo tipo di contratto di locazione, come abbiamo detto, tende a essere a medio o lungo termine per cui ci si risparmia la ricerca costante di nuovi inquilini e i costi delle agenzie immobiliari. Insomma, meno preoccupazioni per il proprietario.
  • Sensazione di stare a casa propria. Quando affittiamo un’abitazione vuota e la arrediamo secondo i nostri gusti, diamo vita a un ambiente che ci risulta gradevole e che ci dà la sensazione di aver costruito la nostra casa.

In questo caso, il maggior svantaggio è che l’affitto sarà meno redditizio e sarà più difficile trovare inquilini. Quando un’abitazione è già arredata, si riesce a chiedere un affitto più alto grazie al valore aggiunto dai mobili. In questo caso, invece, dal momento che la casa è vuota, non si può aumentare il prezzo dell’affitto, cosa che lo rende meno redditizio per il proprietario di casa. L’elemento più importante però è che molti potenziali inquilini rinunciano a visitare case non arredate.